Pinscher: carattere e prezzo

0
57
Pinscher: carattere e prezzo

Il Pinscher: un cane piccolo ma dal cuore coraggioso.

Il Pinscher è un cane piccolo, di media non supera i 6 kg di peso e i trenta centimetri di altezza (se si prende in considerazione la tipologia toy), eppure in un esserino di queste minute dimensioni riescono a convivere svariati aspetti e molteplici sfumature caratteriali, tra tutte spiccano: la temerarietà e ostinazione unite a affettuosità e lealtà.

Il Pinscher si dimostra quindi un cane versatile, dalle origini remote ed è diffusissimo in tutto il mondo, piace sia a chi cerca semplice compagnia ma anche a chi cerca un cane capace di fare la guardia efficacemente.

Origini preistoriche ma razza recente

Il Pinscher vanta origini antichissime, sono molteplici le teorie a riguardo, secondo alcuni esperti sarebbe il pronipote del “Ratte tedesco”, un cane molto antico e molto diffuso tanti secoli addietro.

Il Pinscher nano è stato creato n Germania, attraverso diversi incroci che hanno visto coinvolti sia il Pinscher tedesco, il Bassotto e il Levriero italiano e lo standard della razza è risalente al 1895, l’anno in cui è stato fondato il primo Pincherclub.

Nonostante questi riconoscimenti di recente datazione, alcuni esperti dell’età preistorica hanno dimostrato che già al tempo dell’Homo habilis esistevano cani che, in base alle proprie caratteristiche fisiche, presentavano forti affinità con il Pinscher moderno sopratutto per le fattezze del cranio.

Fino alla Prima Guerra Mondiale fu una delle razze canine di taglia piccola fra le più diffuse nei concorsi specifici in Germania: oggi è sopratutto apprezzato negli Stati Uniti D’America nonchè in Europa, sopratutto in Belgio, Francia e in Italia (dove si è diffuso sopratutto dal 1950).

Esistono due tipologie di Pinscher: medio e toy

Alcuni dall’occhio poco allenato lo confondono facilmente con il Chihuaua, altri invece lo considerano un Dobermann in miniatura.

In realtà il Pinscher è una razza canina ben definita risalente alla famiglia dei Pinscher- Schnauzer.

Esistono due tipologie di questa specifica razza:

  • Pinscher medio: alto dai 45 ai 50 cm al garrese, e ha un peso di media tra i 14 e i 20 kg
  • Zwergpinscher o Pincher nano/toy: alto al garrese fra i 25 e i 30 cm, con un peso che oscilla tra i 3 ai 6kg.

Entrambi poi sono caratterizzati da un pelo a raso e sono privi di sottopelo.

Ci sono poi varie cromature di pelo si va dal: rosso cervo al nero focato con delle macchie marroni. Inoltre, altra peculiarità di questa razza, è la particolare corporatura che si presenta piuttosto compatta ma allo stesso tempo muscolosa.

Nonostante possa apparire esile e delicato, è un cane molto robusto con un’aspettativa di vita abbastanza lunga che si attesta introno ai 15 anni.

Suo tratto poi caratterizzante è la particolare fisionomia del cranio, la testa infatti è allungata e presenta un muso piuttosto appuntito che ricorda, appunto, quella del Dobermann: come a quest’ultimo, una pratica diffusa non molto tempo addietro portava questi cagnolini a essere amputati di coda e orecchie per conferirgli una forma a “V”, fortunatamente questa pratica barbara messa in atto solo per fini estetici è sempre più desueta e sta pian piano scomparendo essendo vietata in tutta l’Europa.

Coraggioso e leale, soffre le basse temperature e la solitudine

Il Pinscher è un cane socievole, simpatica e sopratutto i toy presentano un carattere molto vivace che ben si presta alle famiglie con bambini (anche di piccola età) mentre è meno adatto per le persone in là con gli anni, nonostante le dimensioni piccole.

E’ un cane che si lega moltissimo al nucleo della famiglia di appartenenza, infatti è portato a essere particolarmente protettivo verso i membri dello stesso verso ogni soggetto estraneo nei confronti dei quali mostra spesso una forte diffidenza proprio a causa del forte legame che lo lega ai suoi padroni umani, grazie a questo suo temperamento il Pinscher si dimostra essere non soltanto un perfetto compagno di giochi e di compagnia ma anche un efficiente cane da guardia.

E’ un cane giocherellone e affettuoso, molto arguto e ubbidiente, con un carattere forte e fiero, tenace e anche non poco testardo.

Nonostante la facilità con la quale apprende va educato con fermezza e decisione.

Il Pinscher però presenta anche dei punti deboli: soffre di solitudine e se lasciato a casa da solo, può anche piangere e abbaiare incessantemente fino al rientro.

Il problema si presenta sopratutto nei cuccioli fino al quinto mese di età; una soluzione può essere trovare qualche escamotage per non fargli sentire la nostra mancanza, come ad esempio lasciare la luce accesa o lasciargli i propri giocattoli a sua disposizione per permettersi di svagarsi, e nel frattempo cercarlo di educare piano piano a stare da solo a casa allungano di volta in volta i tempi di assenza.

Gode però di una spiccata capacità di adattamento e questo lo aiuterà nel breve tempo a recepire questa condizione e a soffrire di solitudine sempre meno.

In estate è un cane molto vivace amante delle passeggiate e del movimento, tutt’altro invece in Inverno dove a causa del freddo ama stare accucciato in un angolo caldo della casa.

E’ quindi consigliabile evitare di tenerlo in giardino e di dotare la cuccia o la sua poltrona preferita di una coperta o di qualcosa di caldo in cui potersi rifugiare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.