Lagotto Romagnolo: il signore di campagna

0
109
Allevamento Lagotto Valle dei Medici

Se c’è di mezzo l’olfatto, non c’è niente e nessuno al mondo che possa superare un Lagotto Romagnolo.

Lo sanno bene tutti gli allevatori di lagotto romagnolo che insegnano quotidianamente ai propri cani a sfruttare al massimo questa loro dote naturale.

Al di là dell’impiego di razze dotate di grande olfatto e ottimo spirito di collaborazione, ma selezionate anche per altri scopi come ad esempio il famoso Labrador Retriever, l’uomo ha pensato di selezionare e riconvertire alcune razze di cani specializzandoli unicamente alla ricerca dei preziosissimi funghi apogei comunemente conosciuti come tartufi.

Stiamo evidentemente parlando del cane Lagotto Romagnolo, un cagnolino dotato di un fiuto raffinato, di un’antica predisposizione al lavoro di ricerca e di una grande disponibilità verso il padrone, oltre ad essere un fantastico cane da compagnia per le famiglie.

La genetica ha il suo ruolo fondamentale

Il cane da tartufo è fondamentale per poter individuare questo raro fungo sotterraneo considerato pregiato fin dall’antichità e il ruolo dell’addestratore è fondamentale per ottenere il massimo dei risultati dal proprio Lagotto.

Tuttavia negli ultimi anni questa razza visto il suo meraviglioso carattere non viene più selezionato come cane da ricerca: il lagotto romagnolo sta ottenendo ottimi apprezzamenti come semplice cane da compagnia grazie alla sua indole mite e dolce felice di accompagnare il padrone in qualsiasi situazione.

Esistono anche altre razze molto valide per la cerca del tartufo come il Pointer, il Kurzhaar, il Bracco e altre razze da riporto come lo Springer Spaniel, il Cocker Spaniel e negli ultimi tempi il Labrador Retriever con oltre 300 milioni di ricettori.

Per il cane il ritrovamento amatoriale del tartufo è un momento di gioco quindi anche il nostro amico di casa potrebbe diventare un ottimo ricercatore e, in questo caso, lui sarebbe contento di giocare all’aria aperta con noi.

Tra i cani che possono essere impiegati nella ricerca dei tartufi, il Lagotto Romagnolo è sicuramente considerato il punto di riferimento.

Il Lagotto Romagnolo è una razza italiana originariamente selezionata per la caccia che avendo ormai perso del tutto l’istinto venatorio (cosa monto importante) ed essendo dotata di una grande addestrabilità, spirito di collaborazione verso il padrone, ottimo fiuto, intelligenza, concentrazione, docilità e spiccata attitudine nella cerca, risulta essere ideale per questa attività.

Il Lagotto Romagnolo nasce come cane da riporto in acqua, poi però, la sua storia cambia e diventa il cercatore di tartufi per eccellenza.

Oggi il lagotto è un apprezzato cane da compagnia, grazie alla sia taglia, al suo splendido carattere e al fatto che non perde il pelo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCasa dei Wescot

LASCIA UN COMMENTO