Il Norvegese delle Foreste

0
582

Il Norvegese delle foreste ha tutte le caratteristiche di un felino che in origine viveva nelle foreste del nord Europa, in un clima molto rigido.

La sua corporatura è imponente; il mantello è fitto e idrorepellente; la coda e le zampe sono lunghe e con una particolare caratteristica: quelle posteriori sono più alte delle anteriori, una conformazione che in origine era utile a tenere il sottopancia distante dai terreni ghiacciati e che oggi apprezziamo perché gli conferisce un portamento regale.

Anche i piedi rotondi e leggermente palmati sono ereditati dagli antenati dei ghiacci per resistere all’impatto con la neve.

La sua storia è legata al popolo dei Vichinghi. Furono loro, nell’VIII secolo, a trasportarne alcuni esemplari a bordo delle navi per tenere lontano i topi.

Una volta giunti in terra scandinava i Norvegesi delle foreste si sono riprodotti adattandosi al clima rigido di quei luoghi.

Questa razza felina ha quindi sviluppato un mantello adatto a resistere alle basse temperature: fitto e lanoso. All’inizio dell’inverno il mantello si infoltisce e al suo culmine, verso febbraio, è lungo circa dieci centimetri in più rispetto alla stagione estiva.

Il sottopelo è denso e mantiene il corpo al caldo. È necessario prestare una particolare attenzione alla pulizia, che deve essere regolare.

Tra i boschi del nord Europa i Norvegesi delle foreste dovettero sviluppare anche una superba attitudine alla caccia, che oggi nella vita domestica si traduce in energia per il gioco e per arrampicate sorprendenti. Per questo è bene dotare l’appartamento di un alto albero tiragraffi.

Il Norvegese delle foreste ha un carattere dolce e socievole, tanto da essere un perfetto compagno di giochi anche per i bambini. Grazie al suo particolare mantello e ai grandi occhi a mandorla è un gatto che esprime eleganza e fascino.

Alimentazione

L’azione protettiva svolta da pelo e cute richiede al Norvegese un consistente dispendio energetico, incrementato dall’attitudine a praticare molta attività fisica.

Per la sua alimentazione, quindi, è necessaria una ricetta su misura in grado di contribuire al benessere di cute e mantello, oltre che al mantenimento del peso ideale e della salute delle articolazioni. La combinazione di fibre specifiche facilita inoltre l’eliminazione per via naturale dei boli di pelo.

È inoltre necessario scegliere un alimento che abbia una specifica forma e consistenza, su misura per la mascella forte e robusta di questa razza, al fine di favorire la prensione e la masticazione, riducendo la quantità di cibo ingerita.

Il Norvegese delle foreste ha una varietà di tipologie di mantelli che dipendono dalle zone di provenienza della Norvegia, ciascuna con un ambiente differente, nel quale questo gatto cacciatore doveva mimetizzarsi.

Così nelle zone nevose del nord è più diffuso il mantello bianco e grigio, nelle zone costiere rocciose e dei fiordi prevale la tipologia nera e blu, nelle zone centrali delle foreste troviamo i tigrati e nel sud il tipo a pelo rosso e a squame di tartaruga.

Allevatori di Gatti Norvegesi

Sei un allevatore di gatti Norvegesi delle Foreste? Vuoi avere una vetrina dedicata con un’efficace presentazione della tua attività, le foto, gli annunci dei tuoi cuccioli in vendita e un modulo di richiesta informazioni dedicato per avere maggiori contatti?

Nome *
Cognome *
E-mail *
Telefono *
Servizio *
Messaggio *
Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003.

LASCIA UN COMMENTO