Come educare il Pastore Svizzero Bianco

0
707

Educare un pastore svizzero bianco a convivere in armonia con gli atri essere umani è un compito che aspetta a tutti i proprietari di un cane e richiede grande pazienza e costanza.

I primi passi vengono spesso fatti dali allevatori specializzati e riconosciuti di questa magnifica razza dal candito mantello bianco, ma anche da chi decide di prendersene cura adottandolo come cane da compagnia o per scopi socio-umanitari come la ricerca e pet-therapy.

Jennifer Aninston - Pastore Svizzero
Jennifer Aninston – Pastore Svizzero

Il cane da pastore svizzero risulta essere l’antenato del più conosciuto pastore tedesco, infatti, molti sono gli aspetti che li accomunano, sia dal punto di vista caratteriale, evidenziata da un’indole particolarmente equilibrata e buone capacità di apprendimento, sia dal punto di vista fisico: coda e muso praticamente simili, tranne per il colore del pelo.

L’educazione del pastore svizzero deve iniziare già dai primi mesi di vita del cucciolo e deve essere curata almeno fino ai 7/8 mesi di età, in modo tale da lasciare in lui quell’imprinting che lo accompagneranno fino in età adulta e saranno utili nel comportamento e relazioni soprattutto con l’uomo, per cui questa razza canina risulta essere particolarmente adatta.

La natura giocosa, energica ed affidabile del pastore svizzero deve essere incanalata proprio verso quelle attività che sono strettamente legate all’uomo. Infatti, se prima questa razza canina veniva impiegata per usi legati alla pastorizia, come ad esempio, la guardia al bestiame e dei terreni, oggi il suo ruolo si presta più volentieri a quello di cane da compagnia nelle famiglie e per scopi sociali ed umanitari.

Miley Cyrus - Cucciolo Pastore Svizzero
Miley Cyrus – Cucciolo Pastore Svizzero

Quindi, come per tutti le razze che vivono a stretto contatto con una famiglia, educare il cucciolo è un compito che non deve essere trascurato e seguito quotidianamente da persone preparate e responsabili, oppure direttamente da noi dietro consigli del nostro allevatore che conosce bene la razza.

Tutti queste stimolazioni ed esperienze positive giocano un ruolo fondamentale per la sua crescita e potranno fornirgli le basi necessarie per farlo diventare un soggetto equilibrato e capace di lavorare in diverse attività cinofile.

Essendo una razza canina naturalmente predisposta a socializzare e a integrarsi perfettamente sia in famiglia che nel lavoro, è già un passo in avanti, ma è comunque opportuno tener conto che si tratta pur di un essere sociale che necessita di attenzioni e cure e soprattutto dei suoi spazi per esprimere liberamente la sua natura di animale.

Il Pastore svizzero ama vivere con noi e con la nostra famiglia, adora i bambini…. quindi ogni situazione per lui è bella da condividere insieme al suo padrone!

LASCIA UN COMMENTO