I vermi gastrointestinali

0
361

Cani e gatti possono essere portatori di numerose specie di parassiti intestinali variabili a seconda delle diverse aree d’Europa.

Toxocara canis: si tratta di un verme tondo, indicato come la causa di alcune forme di cecità nei bambini. Le uova di questo parassita raggiungono l’ambiente domestico tramite le feci del cane o del gatto, ma possono trovarsi anche nel terreno o sul pelo dell’animale.

I bambini sono i più esposti alle infezioni da toxocara poiché, dopo aver giocato in giardino o con l’animale di casa, maneggiano cibo o si leccano le dita senza lavarsi le mani. Per ridurre il rischio che le uova di questo verme si disperdano nell’ambiente, è opportuno sverminare il cane o il gatto in modo adeguato anche in assenza di sintomatologia. Per maggiori informazioni, rivolgetevi al vostro veterinario.

La maggior parte dei cani è colonizzata da vermi tondi che possono migrare dall’intestino ad altre parti del corpo. Nelle femmine gravide i vermi tondi dall’intestino possono raggiungere l’utero e le ghiandole mammarie, infestando il feto che nasce già con il parassita toxocara. Per questo è di fondamentale importanza sverminare le femmine gravide e i cuccioli.

Gli animali domestici possono essere infestati anche da altri parassiti, tra cui la tenia. Di questi, alcuni presentano un basso potenziale di rischio e sintomatologia lieve, altri invece sono in grado di provocare malattie molto gravi. Il Dipylidium, o tenia del cane, è un verme parassita dei cani e dei gatti che si trasmette anche all’uomo in presenza di un’infestazione da pulci nell’ambiente domestico.

L’Anchilostoma, diffuso nell’Europa continentale, è un parassita che provoca grande stress per l’animale e il proprietario e si trasmette attraverso le larve che scavano tunnel nella pelle (generalmente dei piedi) o vengono ingerite accidentalmente. Nei casi più gravi di infezione, il cane o il gatto possono soffrire di anemia.

Il vostro veterinario saprà indicarvi le specie di parassiti che rappresentano un rischio per il vostro animale domestico a seconda della regione in cui vivete e consigliarvi un rimedio adeguato ed efficace.

Come per tutte le specie di parassiti, la strategia di controllo consiste nell’interrompere il ciclo di vita, cosa che si può fare in due modi: interrompendo il ciclo nell’ospite (il vostro animale domestico), oppure intervenendo sullo sviluppo nell’ambiente esterno.

Utilizzando un prodotto vermifugo si eliminano tutti i parassiti che hanno colonizzato l’animale riducendo il rischio che questo venga reinfestato dall’ambiente esterno: in questo modo, uova e larve presenti nelle feci non si depositano sull’erba e non vengono trasmesse ad altri ospiti.

Raccogliere il prima possibile le feci degli animali riduce ulteriormente questa eventualità e previene il rischio che i vostri bambini contraggano infezioni.

LASCIA UN COMMENTO