Gli standard di razza sono linee guida

0
402

In linea di massima, lo standard di ciascuna razza rivela cosa ci si può aspettare in termini di aspetto, carattere e temperamento.

Tenete a mente, però, che gran parte degli standard sono scritti da persone che amano una particolare razza e possono evidenziare le virtù, senza segnalare le sue particolari esigenze e difficoltà.

Se vi piace quello che avete sentito o letto di una razza, incontrate quanti più esemplari potete e parlate con i loro padroni prima di prendere una decisione.

Ogni cane è un individuo a sé. Uno standard indica l’aspetto che una determinata razza dovrebbe avere, ma lascia spazio a molte varianti.

Anche nella stessa cucciolata, ci possono essere differenze di carattere (il coraggioso, il timido, il curioso e così via) e persino di aspetto (uno grosso, uno con le orecchie buffe o una coda insolita).

In termini di aspetto fisico e temperamento, molto dipende dallo scopo dell’allevatore. Gli allevatori che puntano alle esposizioni, produrranno cuccioli più vicini possibile allo standard, mentre quelli che vogliono cani da lavoro apprezzeranno le prestazioni più che l’aspetto: in alcune razze (Cocker Spaniel) le varietà da lavoro e quella da esposizione sono molto diverse.

Tuttavia, gli standard di razza sono molto utili, perché spiegano ad esempio che i Border Collie sono intelligenti e instancabili o che gran parte dei Bassotti che seguono un odore difficilmente risponderanno al richiamo del padrone.

Un buon punto di partenza è considerare le origini e la funzione di una razza perché ognuna di queste, nei propri geni, ha una particolare predisposizione per fare qualcosa in aiuto all’uomo.

Ad esempio, gli hound sono stati addestrati per secoli a cacciare, i terrier a scendere nelle tane e uccidere le prede, i cani da pastore a radunare il gregge; un cane da compagnia di una di queste razze, che non svolge questi compiti, ne conserverà comunque l’istinto.

Quindi se volete un cane tranquillo e docile non scegliete un terrier….

Esistono attualmente oltre 400 diverse razze canine addomesticate. L’elenco delle razze canine riconosciute, approvato dalla Federazione Cinologica Internazionale (FCI) e adottato anche in Italia dall’Ente Nazionale Cinofili Italiani (ENCI) viene suddiviso in 10 gruppi ben distinti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteVolpino di Pomerania
Articolo successivoDalmata